Hollywood chiama San Marino arriva la blockchain del cinema

Iervolino.png

Al suo esordio ha coprodotto Al Pacino ne Il Mercante di Venezia e a giorni si aspetta l'ultimo di Johnny Depp “Waiting for the brabarians”: Lui è Andrea Iervolino ed è noto, oltre che per aver prodotto circa 40 film, per aver creato la più importante piattaforma del cinema che si basa sulla blockchain. Tatatu, questo il nome, ha già totalizzato 575 milioni di dollari ed è la terza offerta dietro Telegram e Eos.

Iervolino sarà all'incontro sulle start up (vedere programma link sottostante) che si terrà mercoledì 19 settembre alle ore 18,00 presso i locali dell'Università di San Marino al World trade center torre B via consiglio dei Sessanta e parlerà della sua esperienza e di come si faccia una start up innovativa.

Lanciata quest'anno, TaTaTu è una piattaforma basata su block-chain, che intreccia l'attività dei social media con la visione di intrattenimento attraverso la quale gli utenti sono ricompensati per guardare film, episodi televisivi e altre forme di contenuto e ricevere ricompense aggiuntive dalla visualizzazione dei loro amici.

Nel 2013, Iervolino insieme a Monika Gomez di Bacardi Field ha dato vita ad AMBI Media Group, un consorzio internazionale di gruppi di aziende integrate verticalmente che abbracciano tutti i settori del cinema, dallo sviluppo alla distribuzione.

“San Marino sta diventando un riferimento nella blockchain a livello mondiale – ha detto Sergio Mottola , Presidente di San Marino Innovation, riguardo alla partecipazione dell'imprenditore del cinema – segno che stiamo dando un giusto messaggio, perchè vogliamo diventare un hub mondiale della blockchain. Inoltre proprio la presenza del produttore Iervolino rende evidente che la blockchain abbraccia tutti i settori dell'economia e della produzione del valore come l'entertainement”.


SOURCE: chiamamicittà ; SMRTV; Libertas


Linda Zavoliblockchain