San Marino vuole diventare l’hub europeo di blockchain

blockchain-02-blog.jpg

“San Marino a Place to be”

Con un mercato globale che vede blockchain attestarsi nel 2017 a quota 339,5 milioni di dollari e con una prospettiva di crescita per il 2021 pari a 2,3 miliardi, la Repubblica di San Marino ha chiaro il suo ruolo: diventare l’hub europeo di blockchain.

Già nei mesi scorsi si è attivata con diverse iniziative, di cui la più importante il tavolo tecnico di blockchain, guidato da San Marino Innovation.

Un tavolo Tecnico che si amplia ulteriormente con l’ingresso di due nuovi contributori: il 12 dicembre scorso, infatti, sono stati nominati, Pietro Lanza General Manager Intesa IBM, Blockchain Director IBM Italy e Nicolo Romani Head of Innovation di SIA.

San Marino quindi sempre più polo di attrazione di aziende ed esperti di blockchain.

“Stiamo costruendo le fondamenta di un progetto ambizioso che vedrà la nascita di un ecosistema normativo e tecnologico senza precedenti” – Sergio Mottola Presidente di San Marino Innovation.

Attualmente le aziende che partecipano al tavolo sono per la parte legale, Studio Legale Fabiano, Studio Legale Gattai Minoli Agostinelli & Partners e Studio Legale LoConte & Partners, mentre per la parte tecnologica Oracle Corporation, Cisco Systems, Cerved Group, DNV GL, The AvantGarde Group e Conio.


SOURCE: libertas ; giornalesm ; SMRTV

NewsLinda Zavoliblockchain